martedì, settembre 01, 2015

TRAVEL NOTES | Thailand: Calendars, days & colors.

{Dear Friends the English version is below} 
Se di recente avete viaggiato in Thailandia, vi sarete accorti che alcuni manifesti, quotidiani locali, documenti ufficiali o annunci di party in spiaggia, riportano l’anno 2558.
Tranquilli non avete dormito la notte più lunga della vostra vita per svegliarvi 543 anni più tardi.
No, non avete neppure viaggiato nel tempo.
La spiegazione è molto semplice.
Ci sono molti calendari standard, in tutto il mondo.
La Thailandia adotta il calendario buddista, che pone l’anno zero alla morte del Buddha avvenuta nel 543 a.C.
Dunque, per calcolare l’anno se vi trovate in Thailandia, basta aggiungere 543 all’anno occidentale attualmente in corso.
L’anno buddista viene utilizzato in tutti gli uffici del regno, sui documenti ufficiali, carte d’identità, patenti ecc.
Unica eccezione sarà il vostro passaporto! Infatti l’anno buddista non sarà usato sui vostri visti e timbri d’ingresso nel paese per non complicare la vita a chi non è pratico a questo calendario.
I thailandesi non si risparmiano sui festeggiamenti. Infatti hanno la possibilità di festeggiare per ben 3 volte l’arrivo del nuovo anno.
Secondo l’anno solare, i festeggiamenti partono la notte del 31 dicembre e proseguono per tutto il giorno del primo gennaio.
Essendo la Thailandia occupata da una minoranza di persone provenienti dalla Cina, il capodanno cinese è dunque molto sentito. Questa festività cade tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio ed è gran festa soprattutto a Bangkok nella zona Chinatown.
Ma la festa più sentita e che diverte di più la popolazione thai (e anche i turisti) è il capodanno buddista, festeggiato per 3 giorni, il 13-14-15 aprile e chiamato Songkran.
Il Songkran conosciuto anche come “Festival dell’acqua” è principalmente una festa religiosa che segna l’inizio dell’anno buddista. Si portano offerte ai templi, si prega, e si lava l’immagine del Buddha con l’acqua.
I Thailandesi si divertono molto spruzzando acqua ad ogni membro della propria famiglia, anche agli anziani, in segno di buona fortuna e perché l’acqua purificherebbe dai peccati commessi durante l’anno trascorso. Il Festival continua per le strade di molte città a colpi di gavettoni, fucili ad acqua, secchi. Anche gli elefanti partecipano alla battaglia!
Chi si è trovato in Thailandia in quei giorni, potrà definirli come 3 giorni di puro divertimento.

Un colore per ogni giorno.
I colori in Thailandia hanno un significato ben preciso e spesso collegano la tradizione alla vita di tutti i giorni. Se siete in Thailandia, guardatevi attorno e osservate la gente e che tipo di t-shirt indossa.
Vedete più magliette gialle? Sarà sicuramente lunedì!
La settimana thai inizia di domenica e non di lunedì e finisce di sabato. Ad ogni giorno della settimana è associato un preciso colore e sono ancora molti i thailandesi che rispettano la tradizione di indossare il colore specifico del giorno in cui si trovano. Alla domenica è associato il colore rosso, il giallo per il lunedì, il rosa per il martedì, verde per il mercoledì, l’arancione il giovedì, il blu ma anche l’azzurro per il venerdì ed il viola al sabato.
Inoltre alcuni colori vengono utilizzati in occasioni speciali. Il giorno del compleanno della Regina (nel quale viene festeggiato anche la festa della mamma), mi trovavo a qualche Km da Bangkok. Tutti indossavano una t-shirt azzurra. Infatti Sua Maestà è nata di venerdì, giorno a cui è associato l’azzurro.
Ma nessun colore è più importante del giallo, colore del Re, nato proprio di lunedì! Infatti nel giorno del suo compleanno i thailandesi rendono omaggio al proprio monarca, indossando una maglietta gialla.
Ora non sarete più confusi se trovandovi a Bangkok, sullo SkyTrain in una mattina di lunedì, il giallo sarà l’unico colore che vi apparirà agli occhi.

  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *
 
If you have recently traveled to Thailand, you will have noticed that some advertisements, local newspapers, official documents or beaches parties invitations, bring the year 2558.
No, you have not slept the longest night of your life and woke up 543 years later.
And…No, you have not traveled in time.
The explanation is very simple.
There are many standard calendars around the world,
Thailand uses a Buddhist calendar and it starts with the death of Buddha, occured in 543 B.C.
So if you ever wanted to know what Thai year it was using the Christian calendar, just add 543.
Buddhist year is used in all offices of the Kingdom, official documents, identity cards, driving licenses etc.
The only exception will be your passport! In fact, the Buddhist year will not be used on your visa and entry stamps into the country so this does not confuse those unfamiliar with this calendar.
Thais have the opportunity to celebrate three national New Year’s celebrations per year.
According to the solar year, New Year's festivities begin on December 31st and continue into the early hours of January 1st.
A minority of Thailand's population are considered ethnic Chinese. The Chinese New Year falls in January/February and it is therefore strongly felt in Thailand. It’s celebrated in many areas of Thailand, but particularly in the Chinatown districts of Bangkok.
But the most popular and traditional celebration that enjoys Thai people (but tourists also!!) is Buddhist New Year, celebrated for three days, on 13-14-15 April and called Songkran.
Songkran festival marks the beginning of the new year in Thailand.
This is an important Buddhist festival and it’s also know as “Water Festival”.
Many Thais visit their local temple to pray and to wash their Buddha icons. This cleansing ritual is to bring luck and prosperity for the coming year.
The real fun happens when Thai people use to sprinkle water on their family members and elders for good fortune. The festival continues on the street of many towns, where people dousing each other with water from buckets, hoses and shot from water guns. Even the elephants join the battle!

A color for every day.
Colors in Thailand have a specific meaning and often link the tradition to everyday life. If you are in Thailand, look at the people around you and watch what kind of t-shirt they’re wearing.
Do they wear yellow t-shirts?
It will be definitely Monday!
In Thai tradition, the week begins Sunday and ends Saturday and each day of the week is assigned a specific color. This is the reason you see many people wearing red on Sunday,  yellow on Monday, pink on Tuesdays, green on Wednesday, orange on Thursday, blue or light blue on Friday and purple on Saturday.
August 12 was the Queen’s Birthday. This day is a National holiday but also observed as Mother's Day, since Queen of Thailand is the mother of the nation.
On this day, I was a few kilometers away from Bangkok. Everyone wore a light blue t-shirt. In fact, Her Majesty was born on Friday, a day that is associated with the light blue color.
None of these colors seem more important than yellow, which is the color of  the King, who was born on Monday.
In fact, the day of his birthday Thais honor their monarch, wearing a yellow T-shirt.
So, You don’t need to be confused if finding yourself in Bangkok on the SkyTrain on a Monday morning, yellow is the color everywhere you look. ;) 

lunedì, luglio 06, 2015

WHERE TO SHOP | Berlin: Frau Tonis.

 {Dear Friends the English version is below}

Berlino è la patria di artisti innovativi e di designer audaci, una città glamour. 
Una città dove sorgono molti store concept, quei luoghi dove il cliente esplora e scopre l’idea che l'azienda vuole trasmettere. Uno di questi store concept l'ho scovato proprio nel cuore di Berlino, ad un passo dalla caotica Friedrichstraße, vicino al Checkpoint Charlie. 
Il Frau Tonis Parfum: più che una boutique è un vero laboratorio di profumo. 
Stephanie Hanssen, ispirata dai profumi della nonna, nel novembre del 2009 realizza un sogno: aprire una boutique del profumo rendendo omaggio a sua nonna Toni Luise. All’interno del negozio, bianco, con arredamento semplice ma elegante, spiccano, allineate le bottiglie di vetro numerate contenenti le più variate fragranze, tutte prodotte a Berlino con olii essenziali provenienti dalla Francia. Anche il packaging è minimal ma di classe. 

Nella boutique ognuno può creare il proprio profumo perfetto. E’ anche questa una delle filosofie di Stefanie: “profumo come ispirazione”. L’essenza che, non deve essere scelta dalle aziende profumiere per il consumatore ma deve essere il risultato di una ricerca personale da parte dell’acquirente. Ed è così che nella boutique ci si diverte ad annusare le diverse fragranze, “resettando” l’olfatto di volta in volta, da calici contenenti chicchi di caffè. Qui nessuno vaporizza i profumi nell’aria, i clienti sono invitati a testarli direttamente odorando dal coperchio delle bottiglie. 
Tra tutte le fragranze che attualmente la boutique ha in vendita, la più famosa è sicuramente la n.37 “Vielchen”, pura violetta, una replica del profumo vintage usato dalla leggenda berlinese Marlene Dietrich. 
Il mio preferito invece, l’ho realizzato miscelando rosa, cannella, bacche e ambra con una nota di pepe rosa. Una fragranza vivace, proprio come la metropoli di Berlino. 
Le creazioni di Frau Tonis sono anche disponibili presso il “Curtain Club”, l’hotel bar del Ritz Carlton Hotel a Posdamer Platz, dalle 18 tutti i giorni. Se invece, volete partecipare a workshop, Frau Tonis mette a disposizione il suo laboratorio per realizzare il vostro profumo personalizzato. I workshop, della durata di un’ora e mezza, sono disponibili per singoli, coppie o gruppi. 
Non potete raggiungere Berlino? A Frau Tonis è disponibile il negozio online
Consiglio: se siete a Berlino, potete acquistare la Berlin Welcome Card. Questa include il biglietto di viaggio per i mezzi di trasporto pubblico e oltre 200 sconti tra cui un buono del 25% in meno su alcuni prodotti della boutique Frau Tonis. 
FRAU TONIS PARFUM 
Zimmerstraße 13 
10969 Berlin
Orario d’apertura: dal lunedì al sabato dalle 10 alle 18. 

 *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *
 
Berlin is home to innovative artists and designers daring, a glamorous city. A city where there are many store concepts, those places where the customer lives exploration and the discovery of an idea that the company wants to convey.
I found one fab store concept in the heart of Berlin, just steps away from bustling Friedrichstrasse, close to Checkpoint Charlie.
The Frau Tonis Parfum: more than a boutique, it is a real laboratory of perfume.
Stephanie Hanssen, inspired by the aromas of grandmother, Toni Luise, in November 2009, she opened a boutique perfume paying tribute to his grandmother.
Inside the white store, with minimal and modern design, find their place glass bottles containing the most varied fragrances, all produced in Berlin with essential oils from France. Even the packaging is minimal but classy.
In the boutique everyone can create their own perfect scent. This is also one of Stefanie’s philosophies: "scent as inspiration." The essence that should not be chosen for us by companies perfumer but must be the result of a personal research. And that's how you have fun at the boutique: smelling the different fragrances, "resetting" your noise from time to time, from glass globes containing coffee beans. Here nobody vaporizes the scents in the air, customers are invited to test them smelling directly from the cover smelling bottles.
The most famous fragrance is certainly the 37 "Vielchen", pure violet, a replica of the vintage perfume used by the Berliner legend Marlene Dietrich.
I
customized my very own individual fragrance mixing pink, cinnamon, berries and amber with a touch of pink pepper. A vibrant fragrance, just like the metropolis of Berlin.
The creations of Frau Tonis are also available at the "Curtain Club", the bar of the Ritz Carlton Hotel in Posdamer Platz, daily from 6 p.m.
If you wish to participate in workshops, Frau Tonis invites you to a unique olfactory experience,
and assist you in composing your individual scent.
The workshop, which lasts an hour and a half, is available for individuals, couples or groups.
You can not reach Berlin? At Frau Tonis is available the online shop.

Shopping Tip: If you are in Berlin, you can buy the Berlin Welcome Card. This card includes the travel ticket for public transport and over 200 discounts including a 25% off on some products Frau Tonis’s boutique.
FRAU TONIS PARFUM
Zimmerstraße 13

10969 Berlin
Opening hours: mo-sa 10 a.m. to 6 p.m.

Follow on Bloglovin

venerdì, febbraio 13, 2015

What do you think true love is about?

"True love is like a mixture of friendship, appreciation and like happiness..." 
Maybe love isn't so complicated after all. 
This Valentine's Day, let's spend less on flowers and chocolate and more on loving those we care about.
And you, what do you think true love is about?
Happy Valentine's Day.

Follow on Bloglovin

martedì, dicembre 16, 2014

WRAP IT UP - WOW FACTOR

 {Dear Friends the English version is below}

Se siete come me, date un significato a dicembre come un periodo di corsa continua, da un luogo all'altro, un mese in cui si fanno mille cose insieme, godendo a pieno del periodo natalizio ma sentendovi un po' alienate.
Io adoro il Natale,
Adoro le luci colorate e le bellissime decorazioni.
Adoro il dare e condividere con le persone che mi sono vicine.
Adoro il periodo di vacanza.
Adoro la cannella e il pandizenzero. 
Adoro togliere i canditi dal panettone.
Ma tra le cose che adoro di più di questo mese magico è dedicarmi alle decorazioni per la casa e impacchettare regali. Perchè un regalo di Natale incartato in modo originale è in grado di creare più gioia ed emozione nel scartalo se questo è preparato con cura dei dettagli. 
Ci sono tantissimi modi per incartare un regalo speciale. 
Poche le regole per stupire chi lo riceve.

- Abbellire un dono significa avere infinite opportunità di decorazione. Si può provare con il color blocking utilizzando carte monocolore in contrasto tra loro e giocando con nastri e  accessori (bottoni, ciondoli..), aggiungere elementi dalla natura (foglie, rametti, piccole pigne, ghiande) e scarti dal cestino della carta.

- Scatola piccola: restate sul semplice! Utilizzate una carta neutra con bel nastro vivace o accostate un nastrino colorato e uno metallico.

- Ricordate, la pratica porta alla perfezione.  Prendetevela con calma, specialmente le prime volte che sperimentate una nuova tecnica di decorazione.

- Lavoro di squadra. Fate collaborare anche i vostri bimbi. Utilizzate timbri originali, e se siete abbastanza veloci spolverate l'immagine timbrata con un po' di glitter prima che l'inchiostro asciughi.

- Amanti del riciclo cartaceo? Utilizzate le pagine di riviste, sacchetti di carta e giornali e un pizzo bianco...così dolce per un pacchetto romantico!

- A meno che non siano su lingerie femminile, gli uomini non presteranno attenzione a fiocchi, pizzi e ciondoli. Per lui, meglio scegliere una carta da regalo molto semplice. Per le feste natalizie, oro e argento sono i colori per eccellenza. Andrà benissimo se utilizzate un po' di colore metallico sui suoi regali. Provate anche con un look completamente nero con un nastro d'argento o un nastrino in pelle nera su carta panna.

- Trovate l'idea giusta per chi riceve. La cosa più importante è tenere presente che non occorre acquistare decorazioni fluorescenti per mettere in risalto il pacco regalo. Utilizzate materiali reperibili a casa, creando unusuali decorazioni facili da realizzare (così avete più tempo da dedicare ad altro... che so... a preparare un panettone???). Pensate al carattere della persona che riceve e date libero sfogo alla creatività. In questo modo confezionerete un pacco stellare e avrete una sorpresa da fattore WOW.

Questa è la mia idea. Buon divertimento!

HAI BISOGNO DI:
- carta vellum
- piccoli tagliabiscotti (o qualsiasi altra forma semplice) 
- filo di metallo sottile (argento o un altro colore che preferisci)
- forbici e bisturi
- super colla trasparente
ESECUZIONE:
- Avvolgi il filo metallico attorno ai tagliabiscotti.
- Fai aderire la forma ottenuta sulla carta vellum.
- Versa alcune gocce di colla trasparente e lascia asciugare bene.
- Ritaglia la sagoma ottenuta aiutandoti con un bisturi affilato.
Le decorazioni sono pronte per essere utilizzate sui pacchetti natalizi!


 *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *  *
FOR MY ENGLISH FRIENDS:
If you are like me, December is a period of continuous run from place to place, enjoying the Season but feeling just a little insane.
Love fairy lights and pretty decorations.
Love giving and sharing. 
Love vacation time.
Love cinnamon and gingerbread. 
Love remove the candied orange peel from the panettone.
(Panettone is a traditional Italian Christmas bread)
But one of the things I love most about this magical month is doing pretty gift wrap, I think a creative Christmas wrapped gifts is one of the most magical sights of the Season, a gift can produce a much greater joy if is packed super nice.
There are many way to wrap a very special gift. A few rules to impress those who receive it.
- Gift wrap is one of those places where the opportunities are endless; you can try color blocking, play with ribbons and accessories, add pieces from nature and scraps from your craft bin.
- Smaller box: stay simple! Try mixing a neutral paper with beautiful ribbon for a pop of color or metallic sparkle.  
- Remember, practice makes perfect, take it slowly the first few times you try a new gift wrapping technique. 
- Teamwork. Stamping with your kids using original stamps and if you are quick enough you can dust a little glitter on your fresh-pressed stamp before the ink dries.
- Love recycling? Using pages from magazines, paper bags and newspaper looked so sweet.
- Unless they are on women's lingerie, men do not pay attention to bows, laces and cristal beads. For him, you can choose a gift wrap very simple. Gold and silver are the quintessential holiday colors, so you've got to have some metallic in gift wrap for him. Try also with a totally black look with a Silver ribbon.
- Finding ideas using readily available materials and creating unusual things that were super easy to do  (so you may devote yourselves to other things) and give to your guest a stellar surprise with the WOW-factor!
 
That’s my idea. Enjoy!

WHAT YOU NEED:
- vellum paper
- mini star cookie cutters (or any simple shape) 
- thin metal wire (silver or any color you prefer)
- scissor and scalpel
- super transparent glue

HOW TO DO:
- Wrap the wire around the cookie cutter.
- Rest the star on vellum paper.
- Pour a few drops of clear glue and let dry thoroughly.
- Take a sharp scalpel and remove the excess paper.
The decorations are ready to be used on
my Christmas wrapped gifts!

Follow on Bloglovin

sabato, ottobre 18, 2014

EXPLORING THE GLOBE | Seychelles: Sir Selwyn Selwyn-Clarke Market

 {Dear Friends the English version is below}
Le Seychelles sono costituite da 115 isole coralline; Mahè è l’isola principale di tutto l’arcipelago. Qui sorge Victoria,  che con i suoi 26 mila abitanti rappresenta una delle più piccole capitali al mondo. Victoria è anche la sola città e il solo porto di tutto l’arcipelago. Vivacissima di giorno e tranquillissima di sera, quando dopo le 17, Victoria si spopola, tutti i negozi ed uffici chiudono e le per le vie della città regna il silenzio. 
La vita riprende al mattino presto, quando a Market Street (una delle poche strade pedonali), apre il mercato di Sir Selwyn Selwyn-Clarke, costruito nel 1840 e poi rinnovato nel 1999.
Questo è il posto più pittoresco di tutta la città dove, dal mattino alle sei, è possibile vedere tutti i colori dell’isola direttamente sulle bancarelle.
Come per tutti i mercati tropicali, il mercato di Victoria è uno spaccato di vita locale da non perdere, una visita qui ne vale sicuramente la pena. Il giorno più vivace è il sabato, quando i venditori arrivano da tutta l’isola carichi di fiori, frutta, verdura e pesce. 
Appollaiati sugli alberi di mango, ma soprattutto nei pressi dei banchi del pesce,  i “Madam Paton”, maestosi aironi bianchi, restano in attesa degli scarti alimentari.
Il mercato è un tripudio di colori: frutti tropicali dalle tinte sgargianti, verdure dalle forme strane e piante da appartamento sconosciute.
Le bancarelle espongono spezie profumate, zenzero e chiodi di garofano, cannella e noce moscata, estratti ed olii essenziali e il potente “mazavarou” (un intruglio di peperoncino rosso, aglio, zenzero e olio bollente) da portare a casa per creare piatti con un tocco di fuoco creolo. 
Al mercato è anche possibile trovare gli utensili tipici della cucina seychellese, come il mortaio con il pestello in legno per le spezie, la grattugia di metallo per il cocco, coloratissimo vasellame e bottoni incisi a mano, ricavati dai gusci delle noci di cocco.
Girare tra i banchi, alla scoperta di gusti, profumi ed odori è un’emozione unica. Curioso assistere alle contrattazioni tra i venditori e compratori di pesce e le massaie che a fine mattinata cercano di ottenere un buon prezzo sull’ultimo pescato di giornata.
Accade un po’ come nei nostri mercati rionali.
Ancora una volta mi rendo conto che tutto il mondo è paese e spesso, per alcune abitudini, i confini geografici non esistono.


* * * * * * * * * *

Mahé is the main island of Seychelles in an archipelago of 115 islands.
Here is Victoria, with its 26,000 inhabitants is one of the smallest capitals in the world. Victoria is also the only city and only port of the archipelago. Lively by day and quiet at night, when after 17, all shops and offices are closed and the streets are empty.
Life goes on in the early morning, when in Market Street (one of the few pedestrian streets), Sir Selwyn Selwyn Clarke Market tends to open. This market was built in 1840 and renewed in 1999.
This is the most picturesque place of all the city and, at six o'clock in the morning, you can see all the colors of the island on the market stalls.

Like all tropical markets, Victoria’s Market, represents a slice of local life which it would be a pity to miss. The market is especially interesting on Saturdays, when sellers come from all over the island of Mahé, loaded with flowers, fruits, vegetables, spices and fishes.
Perched in mango trees, but especially near the fish stalls, the "Madam Paton," majestic white egrets, waiting for titbits of meat and fish.
The market is a riot of colors: gaudy tropical fruits, vegetables and houseplants unknown.
The stalls display a multitude of sweet smelling herbs ans spices, ginger, cloves, cinnamon, nutmeg, extracts and essential oils and the potent “mazavarou”: red peppers cooked in garlic, ginger and boiled oil, to take home to add a touch of Creole fire to your cooking. At the market you can also find the typical Seychellois cooking utensils, such as wooden pesties and mortars for herbs, metal coconut graters, colorful pottery and handmade buttons derived from the shells of coconuts.

Wander among the stalls of this lively and colourful market means discovery new smell and taste as a wonderful experience. Curious attend the negotiations between sellers and buyers of fish and housewives at the end of the morning who trying to get a good price on the last catch of the day.
Something like this happens at our farmers markets and then again, I realize that people are the same the world over. Once again, I think when it comes to market trading there are no geographical boundaries.

martedì, settembre 23, 2014

Change is good.

  {Dear Friends the English version is below}
Il cambiamento fa bene. Così dicono.

Durante la mia cottura sotto il sole estivo, per settimane, ho pensato ad un sacco di cose ed ho fatto un punto della situazione.
Poi mi sono ritrovata a settembre e, come accade per il nuovo anno, si inizia la nuova stagione con un approccio ottimistico e una serie di buoni propositi.
Così ho scritto un elenco di tutte le cose che mi piacerebbe fare o cambiare, anche se alcune sono impossibili.
Ho piccole idee, grandi idee. Idee su come vorrei impostare i prossimi mesi e cose alle quali dedicarmi.
Una di queste cose è il mio blog.
Come avrete notato non sono una blogger naturale.
Mi piacerebbe esserlo sul serio, ma non mi viene facile.
Mi piacerebbe fare blogging cinque giorni alla settimana, ma scrivo sul mio blog per un paio di giorni e poi mi ritiro in un lungo silenzio.
Ultimamente, il mio blog soffre di crisi di identità. E’diventato un grande contenitore di cose dove gli argomenti vengono buttati alla rinfusa: cibo, scrapbooking, handmade, libri, viaggi.
Vorrei che questo blog prendesse una direzione diversa.
Vorrei trasformare il mio blog in un luogo di condivisione. Vorrei condividere più post a tema viaggio, condividere idee creative e focalizzarmi solo su alcune cose.
Negli anni, ho scattato tante foto, visitato tanti luoghi e conservato un sacco di indirizzi utili, e ora sono pronta a condividere tutto questo con voi.
Lo scrapbooking (per chi non lo sa, è l’arte di creare album ricchi di ricordi) è tuttora uno dei miei principali hobby. Condividerò ancora progetti ed idee ma non sarà più uno dei soggetti principali che tratterò in questo blog. Lo scrapbooking è stato l’argometo prevalente di questo blog per più di otto (sì, 8!) anni ed ora è giunto il momento di cambiare qualcosa.

Se seguite il blog dello shop Think Spring, prometto che vedrete più aggiornamenti a tema scrapbooking!
Ho iniziato questo hobby nel 1997, quando in Italia non c'erano negozi specializzati nella vendita di articoli per lo scrapbooking. Se si desiderava un album post bound o carte "acid free" bisognava proiettarsi oltre oceano o dedicarsi allo shopping online, pagare in $, aspettare il tuo pacco e pagare ancora i dazi doganali. Solo dopo potevi aprire quella scatola che aveva viaggiato tanto e gioire come una bimba in un negozio di caramelle. Così per economizzare si usava la carta colorata delle confezioni regalo e decorazioni realizzate interamente a mano utilizzando materiale di riciclo. Quindi lasciare lo scrapbooking è l'ultima cosa che penso di fare.

Un po’ di un cambiamento...sì.
Nel frattempo, se avete domande o se volete suggerirmi qualcosa da vedere in questo spazio, lasciate un suggerimento nella sezione dei commenti.
Spero che il nuovo contenuto di questo blog sarà di vostro gradimento. 
Ci vediamo presto.
* * * * * * * * * *
Change is good.

During the baking under the sun for weeks, I've been trying to do a lot of thinking.
September is like a new year, where we start a new season with an optimistic approach and a fresh set of resolutions.
So I wrote down a list of all the things I'd like to do or change, even if some are impossible.
I have small ideas and large ideas how I want the next months to play out and one thing I want to work on, is this blog.
As you may have noticed I’m not a natural blogger.
Really I would like to be but it doesn't come easy to me.
I’d like blogging five days a week but I write on my blog for a couple of days and then… a long silence.
Lately, my blog has become a big container of things and it has a bit of an identity crisis.
I dump everything here and it doesn't always all go together: food, scrapbooking, handmade, book, travels.
I'd like to take my blog in a different direction.
I’d like to transform my blog as a place for me to share more travel themed posts, creative ideas and more focus on few topics only.
In the past, I took a lot of pictures, visited many places and kept a lot of useful addresses. I've been saving a lot of things to post and now I'm itching to share.
I'll still be scrapbooking and sharing projects that I create but it won't be as prevalent as it has been in the past over eight (yes, 8!) years that I've had this blog. If you follow the blog of my shop Think Spring, I promise you'll see more scrapbook updates! I started scrapbooking in 1997, when there were no scrapbook stores in Italy and to economize I used colored paper for gift wrapping and embellishments totally handmade using recycled material. So leave scrapbooking is the last thing I suppose to do.

It’ll be a bit of a change.
In the meantime, if you have questions or if you want suggest me what you would like to see in this space, leave’em in the comments.
I hope you’ll still enjoy reading and coming along on the adventures.
See you sooner.

venerdì, agosto 08, 2014

Doing something.

  {Dear Friends the English version is below}
Niente...
E' che per fare passare velocemente questa falsa estate, bisogna ammazzare il tempo e trovare qualcosa da fare tra un temporale e l'altro.
Questo è un riassunto spicciolo delle scorse giornate, trascorse a casa dedicandosi all'handmade.


Le nuove kit bags "Dreamy Day" di Think Spring sono disponibili nello shop.
Più dettagli sul blog di Think Spring.
Felice agosto a tutti!

For my English Friends:
Hello there!
All the kit bags "Dreamy Day" are being packed and available in the store.
You can read more details on Think Spring blog.
Happy August to all!
G.
Follow on Bloglovin

mercoledì, luglio 02, 2014

Just a minute in... June 2014

  {Dear Friends the English version is below}

Blog silenzioso ultimamente.
Il fatto è che siamo nel bel mezzo dei giorni più pigri dell'estate: le scuole sono chiuse, si è più rilassati e vige il cazzeggio.
Ho praticamente trascorso alcune settimane facendo molteplici attività. Tutte attività utili, ma nulla di concreto da mostrare e in generale ho dormito un po' di più. Almeno mezz'ora in più al mattino. Il che, a fine settimana sono circa 3 ore in più di sonno. Non male.
Già luglio e giugno è volato anche lui. 
Ecco la mia "Just a minute in..." del mese passato.

Organizzare l'armadio della mia adolescente #2. Sistemare nella scatole vecchi giochi, dolcissimi animali in stoffa, ricordi d'infanzia per fare spazio a scarpe, braccialetti (un mare di braccialetti), make up e abbigliamento con pizzo (pizzo, pizzo e ancora pizzo).
Questo è un momento che porta tristezza. 
Eh sì. Era da tempo che speravo che almeno i Littlest Pet Shop rimanessero nell'armadio il più a lungo possibile. E le cards di Bella Sara? Raccolte con elastici e messe nella scatola.
Una nuova scatola etichettata che se ne và in soffitta.
La nostra soffitta è piena di scatole etichettate. 
Scatole colme di ricordi. 
Stipate, che vengono riaperte chissà quando. 
Tutti noi abbiamo almeno una scatola piena di ricordi.
Trovare tempo per leggere libri. Tra divano e comodino, girano per casa "Sei abbastanza sveglio per lavorare in Google?" di William Poundstone e "Favolosi Anta. Perchè la vita comincia a quarant'anni" di David Bainbridge. Lo sapevate voi che la vita inizia a 40 anni? Io ci sono entrata da qualche anno e si sa mai... magari potrei avere una botta di fortuna e trovarmi a lavorare da Google. Voi che state leggendo?
Mangiare troppe torte! Troppe cose da celebrare ultimamente!
Iniziare il conto alla rovescia delle nostre vacanze. Lo so che ultimamente abbiamo visto parecchio da queste parti, ma qui tutti abbiamo bisogno di un nuovo break.
Guardare Zohan per la quarta volta! Aspettate, lo so, state pensando che è un film davvero stupido! Ma questo film è stata una fantastica distrazione in momenti non proprio top. Geniale la Sprizzolona e divertente l'uso creativo dell'hummus.
Scrivere sul mio travel journal. Finalmente ho trovato il tempo da dedicare. Ho aggiunto nuove foto, più ricordi dei miei ultimi viaggi. Quasi completato quello della Sicilia!
Mettere in pratica la mia unica regola del momento: less is more, ovvero "meno è meglio". 
E funziona!!

Vuoi pubblicare anche tu i tuoi "Just a minute in.."?
Leggi i vecchi post e scopri come partecipare qui.
A presto con nuove news!

FOR MY ENGLISH FRIENDS:
It has been quiet on the blog last month. 
We are in the lazy days of summer, the schools are closed and days are a little bit more relaxed.
I basically spent some weeks making different activities. All useful activities but nothing concrete to show and generally I slept a little bit more.
Can you believe it is already July, where did June go? Honestly I have no idea. 
Here my "Just a minute in June".

Organizing organizing my teenage girl's closet.
Put in boxes old toys, sweet stuffed animals, childhood memories and organizing more space for shoes, bracelets (a tons of arm candy & lots of rings), make up and lace sweaters (lace, lace and more lace)... it's always a moment of deep sadness.
Finding time for some books: William Poundstone "Are you smart enough to work at Google?" and
David Bainbridge " Middle Age. A Natural History" Did you know life begins at 40? ;)  I'm into 40 for a couple of years and, who guess? I should be so lucky to work at Google. What are you reading?
Eating too much cakes! Lots of celebrating lately!
Countdowning to our holidays is on. I know lately I've seen more around here, but I really really really need a break.
Watching Zohan over four times! Wait, I know this is a crazy movie but I love the Fizzy Bubblech and the creative uses of hummus and this movie makes me laugh a lot  and it is a fantastic distraction from everything else.
Writing on my travel journal. Finally I found the time to do it! Added more pics, more memorabilia of my latest travel. Almost completed!
Practicing my only rule of the moment: less is more. It works!

Want to play along too? Leave your link in the comments below.
Find old "Just a minute ..." and discover how to play here.
See you sooner with more news. 

Follow on Bloglovin